29 marzo 2015 – Firenze, Teatro Puccini

Un viaggio di  tre ore, una bella giornata di sole, una città piuttosto caotica ma con bellezze che tutti conosciamo. Arrivati a Firenze nel tardo pomeriggio, ci uniamo per un aperitivo/merenda ad alcuni degli amici che troviamo già lì.  Chiacchiere spensierate pre concerto, in tutti l’attesa che venga la sera…
Vorrei scrivere “e si apre il sipario”; ma il sipario non c’è, il palco, come pure nei precedenti concerti, è già alla vista degli spettatori. La strumentazione attende di prendere vita sotto le abili mani ed il profondo sentire di Carla e dei suoi bravi musicisti.
Finalmente si spengono le luci… Carla entra in scena da sola, Nel resto del tempo apre il concerto che segue la scaletta già testata a Roma. A chiudere il bi s emozionante di Tante belle cose.
Il pubblico calorosissimo, come sempre del resto qui a Firenze, accoglie Carla in un unico immenso abbraccio che perdura durante tutto il concerto, contribuendo così a rendere lo scambio palco-platea più vivo che mai.
L’emozione di Carla è palpabile, si sente nella voce, si percepisce negli occhi, nel sorriso.
La voce, potente e dolce, scende e risale lungo le note della magia.
Negli applausi sento il rimbombo dei cuori che vivono emozioni uniche in serate meravigliose come questa.

©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Flavio Francescangeli

23 marzo 2015 – Roma, Sala Petrassi Parco della Musica

Sembra quasi una giornata normale questa, entrambi presi dal lavoro, ma non lo è…
Anche oggi il “normale”, il “quotidiano”, la “routine”, saranno stravolti dalla magia che solo un concerto di Carla può regalare.
Cristina è già a Roma per lavoro, io mi appresto a partire tra un po’.
A più tardi allora 🙂

ore 02.54  Eccoci, di ritorno da una serata bellissima.
Il concerto nella bella sala Petrassi, nonostante qualche problema tecnico risolto un po’ tardivamente, è stato molto bello, e coinvolgente. Il pubblico romano accoglie sempre Carla con grande calore ed anche stavolta non si è smentito.
La scaletta è stata un po’ modificata rispetto alla data zero di Azzano Decimo, non scenderemo in particolari lasciando la possibilità a chi ancora non ha partecipato ad uno di questi ultimi concerti di scoprire da sé alla prima occasione.
Molte emozioni, una parte un po’ più intima e calma, alternata a pezzi meno recenti e sul finire una serie di brani storici che fanno scaldare ed emozionare il pubblico.
Credo, senza timore di sbagliare, di poter dire che ci rimane nel cuore la splendida ed evocativa Tante belle cose che chiude il concerto romano, durato più a lungo del precedente grazie alle numerose richieste di bis… e al desiderio di Carla di fermarsi ancora un po’ per deliziare tutti i presenti…

©Cristina Paesani©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani

©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Flavio Francescangeli

20 marzo 2015 Azzano Decimo – Data ZERO – Weekend Live

9.00 Partiti già… Il viaggio fino in Friuli è lungo ma siamo certi che ci aspetta una meravigliosa giornata…


Ascoltiamo Weekend in auto e facciamo ipotesi sulla scaletta. Siamo felici… Molto!

Ore 15,59 – Pravisdomini. Ebbene sì, iniziata la prima avventurosa avventura del weekend tour. Siamo davanti a un Hotel (3 stelle) ma nessuno risponde alla reception:(((( chiamato il titolare al cellulare dice che arriverà fra 7-8 minuti. Stiamo fermi ad aspettare qua fuori….

Ecco, forse arriva qualcuno…. Una signora che parla pochissimo italiano e capisce ancora meno 😭😭😭😭😭😭 ci porta in camera; proviamo a spiegarle che stasera faremo tardi e avremo bisogno della chiave del portone. Pare non ci sia modo…. Forse dovremo chiamarli al cellulare anche stanotte😱😱😱😱😱 Tripadvisor ne parlava bene, cavolo!!!! Non ce la posso fare 😰 Non ce la posso davvero fare 😭😭😭😭😭😭

Ore 17,14: finalmente siamo riusciti ad ottenere le chiavi del portone dell’albergo! Non dovremo fare gli accattoni stanotte, e già è qualcosa!

Davanti al teatro, dietro una porta chiusa…. È il magico momento in cui da lontano arrivano le note delle prove…. Emozione pura…. Carla sta provando Aspettando Mezzanotte e le note alte ci arrivano dritte nell’anima….
Ascoltando le prove si è fatta sera, l’aria è un po’ più fredda ed il buio intorno avvolge il teatro. Verso le 19 Carla esce per andare a riposarsi prima del concerto. Noi, recuperati i biglietti, andiamo a rifocillarci un po’ con i nostri amici che nel frattempo ci avevano raggiunto.

Ore 21.15. I musicisti e Carla entrano in scena.
Le emozioni si ripercuotono in noi in questo ennesimo concerto di un’artista che amiamo da sempre e che nel tempo continua a regalarci istanti unici, verrebbe da dire irripetibili, ma che invece, per una strana alchimia, si ripetono magicamente, in maniera inaspettata…
Un’ora e mezza di canzoni scelte da WEEKEND e SAMSARA, oltre a pezzi storici rivisitati per l’occasione.

Sul palco con lei
Osvaldo di Dio: chitarre, tastere, voce
Floriano Bocchino: tastiere/pianoforte, voce
Antonello D’Urso: chitarre, basso, live electronics, voce.

©Cristina Paesani

 

©Flavio Francescangeli

 

©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli ©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli ©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli ©Cristina Paesani ©Flavio Francescangeli ©Flavio Francescangeli©Flavio Francescangeli©Flavio Francescangeli ©Flavio Francescangeli ©Flavio Francescangeli ©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli

Anteprima Weekend Live 2015

Annunciate tre date tra marzo ed aprile 2015 che anticipano il tour vero e proprio che si svolgerà in estate.
Saranno precedute dalla DATA ZERO ad Azzano Decimo (PN)
Cliccando sui link si potrà accedere all’acquisto dei biglietti

 

20 marzo 2015  DATA ZERO  Teatro Comunale M.Mascherini, Azzano Decimo (PN)

23 marzo 2015  Parco della Musica – Sala Petrassi, Roma

Schermata 12-2457015 alle 10.49.47


29 marzo 2015
 Teatro Puccini, Firenze


8 aprile 2015
  Teatro Nuovo, Milano

30 luglio 2013 – Latina, Arena Expo. Alice e Battiato in concerto

Ore 17,46: E’ una torrida giornata d’estate. Siamo qui davanti all’Arena dopo aver faticato non poco a trovarla. Già, perché il buon Flavio, che è sempre stato allergico ai navigatori, oggi non era in grado di fare un passo se non aveva non solo il navigatore, ma anche la mappa satellitare!!!!! Siamo felicissimi comunque, nella consapevolezza che stiamo per vivere un evento musicale assolutamente eccezionale! Battiato sta provando “Bandiera bianca”, per la cronaca:)

Ore 18,00: stanno provando Chanson Egocentrique!!!!!! Flavio ed io siamo in piena estasi:))))))

Ok, io (Flavio) avrò avuto da fare con navigatori e mappe varie, ma Cristina non si è resa conto del bel venticello che soffiava nel pomeriggio in quel di Latina rendendo l’attesa meno faticosa di quanto sarebbe stata… 😀

Dall’arena portate dal vento giungono ogni tanto le voci di Carla e Battiato che provano, noi ci rifocilliamo a suon di panini e fritture varie (tutti cibi salutari insomma), per non parlare delle varie birre che alzano presto il nostro tasso alcolemico 😉 ma tanto c’è tutto il tempo per smaltire, il concerto sarà lungo e nessuno di noi nel frattempo avrà bisogno di farsi un giro in automobile…
È Giovanni Caccamo, giovane artista prodotto da Battiato, ad aprire la serata con 4 sue canzoni, poi inizia il concerto con l’esibizione di Carla, in splendida forma offre un programma ridotto dei brani presentati durante il Samsara Tour; canta circa un’ora regalando, come sempre, forti emozioni… Il contatto, con Carla, c’è sempre…
Il suo concerto si apre delicatamente con tre splendidi pezzi  Autunno giàSui giardini del mondo…  e Morire d’amore… così Carla ci lascia entrare a piedi nudi nel suo mondo di infinita dolcezza e sensibilità…

Poi spezza appena questo momento intimo e pieno d’incanto di sensazioni introducendo Nata ieri (ci troviamo nella città natale dell’autore)
È un continuo alternarsi di attimi delicati e sospesi mentre le canzoni scorrono veloci lungo un tempo che è sempre troppo breve; e peccato non ci sia stato forse il tempo per poter cantare anche tre pezzi che sicuramente il pubblico, anche quello di Battiato, si sarebbe aspettato di ascoltare e avrebbe apprezzato con entusiasmo, Il vento caldo dell’estate, Per Elisa e Messaggio, che pure  Carla aveva provato nel pomeriggio e che davvero, personalmente, mi sono mancati in questa bella ed emozionante serata estiva…

Dopo Carla,  Battiato si esibisce al meglio di sé con i suoi musicisti ed il quartetto d’archi, regalando un’esibizione impeccabile e a ritmo sostenuto di alcuni brani del suo ultimo lavoro Apriti sesamo e di altri scelti tra i suoi più grandi e amati successi, poi chiama Carla sul palco per cantare con lei tre canzoni (solo tre canzoni), e torna poi a chiudere la sua ora e mezza di concerto nel “delirio” affettuoso dei suoi fan e di quelli di Carla, che però magari si aspettavano qualcosa di diverso da questa, comunque meravigliosa, serata.

Sì perché  a questo concerto è mancato qualcosa… forse la cosa più importante. Inutile dire che ci aspettavamo di più. Di più dell’atteso e dell’ovvio. Insomma, ci aspettavamo l’evento, quell’evento che, per qualche motivo, non c’è stato…
Avevamo sognato di sentire Carla e Battiato cantare insieme Eri con me, La cura, L’ombra della luce. Ci chiediamo perché non sia stata sfruttata quest’occasione unica… Sulla scia di Prospettiva Nevski poteva essere un concerto Alice-Battiato diverso, degno di due artisti di grande e pari valore. Due artisti che hanno seguito strade vicine e nello stesso tempo diverse, due persone che con coerenza ed amore per la Musica hanno sempre fatto le proprie scelte con coraggio…
Sì, è mancato qualcosa, uno scambio equo forse, che avrebbe potuto rendere la serata davvero indimenticabile…
Il contatto con Battiato, purtroppo, non l’abbiamo percepito, pur avendo cantato e saltato e chiuso gli occhi seguendo le sue melodie che conosciamo bene e apprezziamo da sempre… ma l’emozione, con lui (ed è una nostra sensazione, un parere del tutto personale, quindi opinabile), l’emozione dello Scambio emotivo dicevamo, con lui è mancata…
Carla invece, come sempre, ci ha toccato l’anima, al di là dei limiti spazio-temporali concessi…

La scaletta della serata

Autunno già
Sui giardini del mondo
Morire d’amore
Nata ieri
Dammi la mano amore
Eri con me
Il cielo
L’era del mito
Un mondo a parte
Anin a gris
Orientamento
Il contatto
Nomadi
Il sole nella pioggia

in duo con Battiato Carla ha cantato Prospettiva Nevski, I treni di Tozeur e Chanson egocentrique


Le nostre foto

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

Foto Di Cristina Paesani

24 giugno 2013 La Milanesiana

Il video di Davide Andreis con quattro splendidi brani cantati da Carla alla Milanesiana

Da quanto tempo non prendevo un treno per andare ad un concerto di Carla… Dal 2007, precisamente dal 23 novembre 2007, quando, insieme a Cristina, partii verso Taranto per una tappa di Lungo la strada… E di quel giorno conserviamo ricordi indelebili…

Be’, in sei anni sono cambiate molte cose ed i treni sono una di queste! 🙂

Stavolta zero chilometri di autostrada, zero soste “tecniche” nei vari autogrill… solo un comodo viaggio in un treno semi deserto e silenzioso.

Dagli ampi finestrini sembra scorrere il paesaggio da Roma a Milano. Verde intenso dei campi coltivati, azzurro terso del cielo ventoso, il bianco di nuvole che si muovono basse.

Di tanto in tanto colgo frammenti di conversazioni, e, curioso, immagino per un istante le vite degli altri viaggiatori.

Arrivato a Milano centrale mi avvio alla metro che mi porta in zona Duomo in pochi minuti e da lì proseguo a piedi verso il teatro, fotocamera in mano…

Dopo un’ora di attesa vedo arrivare Carla in auto, entra velocemente in teatro, i musicisti sono già lì che l’aspettano per provare, io torno a fare qualche foto…

Verso le 18 mi siedo con gli amici ai tavolini all’aperto di un locale lì di fronte, è l’ora dell’aperitivo e delle chiacchiere… vediamo arrivare Battiato mentre siamo lì, pensiamo tutti che forse canterà con Carla… Staremo a vedere!!!

Poco dopo le 21, in teatro, la serata viene introdotta da Elisabetta Sgarbi; presenta gli ospiti che, prima del concerto di Carla, leggeranno dei loro brevi scritti legati al tema di questa edizione della Milanesiana, ovvero il Segreto.
Trascorre circa un’ora con le interessanti letture che mi resta difficile sintetizzare qui, poi Carla apre la sua esibizione con Un mondo a parte.
Insieme agli ottimi musicisti che l’hanno accompagnata nel tour invernale ci canta con emozione viva alcuni dei suoi brani ed un’anteprima, il Sonetto 29 di Shakespeare, in una meravigliosa e delicata interpretazione.

Dopo 4 mesi dall’ultima tappa del tour mi trovo di nuovo coinvolto nella magica atmosfera che si respira ai concerti di Carla.
Nelle emozioni che si rinnovano mi lascio incantare dalla bellezza di un’artista la cui sensibilità ha di certo influito positivamente sulla mia e su quella di chiunque altro sia in grado di aprire il suo cuore all’ascolto di una voce che una volta entrata dentro di noi, non può che abitarci per sempre.

Otto canzoni in tutto e tre bis. L’ultimo, cantato insieme a Franco Battiato, è l’immancabile e sempre meraviglioso Prospettiva Nevski, di cui proprio l’autore, forse emozionato, dimentica qualche strofa riproponendo quella già cantata… e Carla sorridendo mentre suona la tastiera “Sì, ma vai avanti…” 😀

Una serata bellissima, davvero.

La scaletta

Un mondo a parte
Come il mare
Sonetto 29 di Shakespeare
A cchiù bella
Orientamento
Il sole nella pioggia
Eri con me
Autunno già

Bis

Il vento caldo dell’estate
Chanson egocentrique
Prospettiva Nevski

Le foto

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli

Foto di Flavio Francescangeli