17.03.16 Roma – Auditorium della Conciliazione

Trepida attesa per questo concerto romano, viaggio breve per noi e tanta emozione.
Teatro gremito e sold out già da tempo per tutte le quattro date.
I posti centrali e in posizione leggermente rialzata rispetto al palco ci consentono un’ottima visuale ed anche una buona acustica.
Come da scaletta consolidata inizia Battiato con L’era del cinghiale bianco seguita poi da una delle sue ultime creazioni Lo spirito degli abissi; l’esibizione prosegue poi con alcuni dei suoi successi tra cui No time no space, la recente Le nostre anime che Franco presenta sempre come una delle canzoni più belle che abbia scritto. E via così fino alla sequenza di canzoni d’Amore che prevede La canzone dei vecchi amanti, sempre interpretata magistralmente, La stagione dell’amore, e La cura, dove Osvaldo di Dio fa ben sentire la sua Alusonic.

Entra quindi Alice che prosegue il filone sull’Amore interpretando, accompagnandosi alla tastiera, Dammi la mano amore che crea un’atmosfera di intimità a cui segue la bellissima Tante belle cose. Seguono poi Il vento caldo dell’estate e Per elisa, con arrangiamenti non molto lontani dagli originali e nelle quali la voce di Alice magnifica la sua presenza:
Chiudono Veleni e Il sole nella pioggia.
Ora iniziano i pezzi insieme a Franco; apre Nomadi, poi La realtà non esiste e Prospettiva Nevskij.
Il tutto è costantemente accompagnato dall’entusiasmo di un pubblico ben presente che fa sentire il suo calore ad entrambi gli artisti ed ai musicisti che li accompagnano egregiamente.
Resta poi di nuovo solo Battiato a riproporre i brani de La voce del padrone, tra cui Sentimento nuevo nella quale torna ad esibirsi anche Alice.
Chiudono insieme il concerto con I treni di Tozeur e, dopo ripetute richieste a gran voce da parte di moltissimi spettatori, è la volta di una improvvisata ma stupenda E ti vengo a cercare.
Un concerto bellissimo, ricco di momenti forti, Carla sta bene e la sua voce riempie il teatro con le sue tonalità gravi e calde, con la dolcezza e la potenza, con la delicatezza lieve di una carezza che  sfiora appena il viso lasciando indelebile il ricordo del suo tocco.
Anche Battiato sta bene vocalmente e lo spettacolo è un successo meraviglioso.
Allora, ci vediamo sabato, sempre a Roma!

DSC_0732_©DSC_0737_©DSC_0745_©DSC_0755_©DSC_0767_©DSC_0793_©DSC_0797_©DSC_0815_©DSC_0816_©

Annunci

29 marzo 2015 – Firenze, Teatro Puccini

Un viaggio di  tre ore, una bella giornata di sole, una città piuttosto caotica ma con bellezze che tutti conosciamo. Arrivati a Firenze nel tardo pomeriggio, ci uniamo per un aperitivo/merenda ad alcuni degli amici che troviamo già lì.  Chiacchiere spensierate pre concerto, in tutti l’attesa che venga la sera…
Vorrei scrivere “e si apre il sipario”; ma il sipario non c’è, il palco, come pure nei precedenti concerti, è già alla vista degli spettatori. La strumentazione attende di prendere vita sotto le abili mani ed il profondo sentire di Carla e dei suoi bravi musicisti.
Finalmente si spengono le luci… Carla entra in scena da sola, Nel resto del tempo apre il concerto che segue la scaletta già testata a Roma. A chiudere il bi s emozionante di Tante belle cose.
Il pubblico calorosissimo, come sempre del resto qui a Firenze, accoglie Carla in un unico immenso abbraccio che perdura durante tutto il concerto, contribuendo così a rendere lo scambio palco-platea più vivo che mai.
L’emozione di Carla è palpabile, si sente nella voce, si percepisce negli occhi, nel sorriso.
La voce, potente e dolce, scende e risale lungo le note della magia.
Negli applausi sento il rimbombo dei cuori che vivono emozioni uniche in serate meravigliose come questa.

©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Flavio Francescangeli

Tante belle cose

tittofiore0714_106

Un brano meraviglioso, di una bellezza straziante…. Intenso, travolgente, commovente… Magnifica la tromba di Fresu, sonorità che ricordano Mezzogliorno sulle Alpi. La voce di Carla limpida, profonda, penetrante, unica…

 

Qui sotto il link diretto per accedere su iTunes ed acquistare il singolo

Ecco il testo:

Devo lasciare la tua mano
senza dirti a domani
niente potrà cambiare il mio legame
anche se devo andare via
tagliare i ponti, cambiare treno
l’amore è più forte di un addio
quello che fa battere il cuore sublimando il dolore
trasformare il piombo in oro tante belle cose ancora
alla fine del tunnel si disegnerà un arcobaleno
rifioriscono i lillà
tante sorprese innanzi a te

Ti seguirò da un’altra riva
qualunque cosa tu farai
io sarò con te come una volta
anche se andremo alla deriva
stati di grazia forze nuove
ritorneranno molto presto
nello spazio tra cielo e terra
si nascondono misteri
come la nebbia e l’alba tante belle cose che tu ignori
la fede che abbatte le montagne
la purezza del tuo cuore
pensaci appena ti addormenti
l’amore è più forte della morte

nello spazio tra cielo e terra
si nascondono misteri
pensaci quando ti addormenti
l’amore è più forte della morte

tittofiore0714_119

TANTE BELLE COSE (Many beautiful things)

Translation by Davide Andreis

A wonderful song… heartbreaking, intense, passionate, emotional… Magnificent Fresu ‘s trumpet, the sounds reminding of Mezzogiorno sulle Alpi, and then Carla ‘s voice, deep, penetrating, unique…

Below is the link to directly access iTunes to purchase the single:

https://itunes.apple.com/it/album/tante-belle-cose-feat.-paolo/id932377498

Here are the lyrics:

I need to let your hand go
without telling you: see you tomorrow
nothing could ever change my bond
even if I have to go away
cut ties, change trains
love is stronger than farewell
makes your heart beat, sublimating the pain
turns lead into gold, still so many beautiful things
at the end of the tunnel a rainbow will take shape
the lilacs will bloom again
many surprises ahead of you

I will follow you from another side
whatever you’ll do
I will be with you as before
even if we go adrift
states of grace, new forces
will get back very soon
in the space between heaven and earth
mysteries hide
like fog and sunrise, so many beautiful things that you don’t know
the faith which tears mountains down
the purity of your heart
think about it when you’re about to fall asleep
love is stronger than death

in the space between heaven and earth
mysteries hide
think about it when you’re about to fall asleep
love is stronger than death