Viaggio in Italia. Torino – Tendone Ponte Mosca, 10 febbraio 2004

10 febbraio…tutto inizia con un lungo viaggio in treno, un viaggio verso Torino che ho fatto infinite volte e che dal 1998 non facevo più. Emozione e nostalgia, si accavallano i ricordi di un percorso noto, delle gallerie che in liguria ostacolano la vista di un mare splendido offrendo solo la percezione di uno spettacolo naturale meraviglioso. Sette ore abbondanti di viaggio, poi l’arrivo a Porta Nuova. Tutto come un tempo… ripercorro ricordi fatti di lunghe attese e distacchi strazianti dalla mia città. Il taxi percorre zone dell’anima che solo i lavori per le Olimpiadi invernali rendono diverse…come irrimediabilmente perdute…
E’ stata la città della mia infanzia, della mia prima giovinezza, dei miei primi concerti di Carla, quando poco più che bambina marinavo la scuola e salivi sul treno per assistere ai concerti che lei teneva a Torino dove mi ospitava mia nonna.

Una breve sosta in albergo e poi l’arrivo al Tendone di Ponte Mosca. Il luogo è deprimente, più adatto ad ospitare un circo che un concerto. Ma le apparenze spesso ingannano e questa volta più che mai. Ottima acustica e un concerto da brividi…da ricordare… Finalmente posso ascoltare dal vivo Lindbergh, esclusa dalla scaletta a Cagli. Meravigliosa!!!

E’ tutto perfetto, la sintonia fra i musicisti, l’esecuzione dei brani, la voce calda di Carla. Il pubblico è tutto con lei che sorride e ci regala emozioni intense e vibranti. Alla fine due bis: Nomadi e Per Elisa. E’ stato stupendo andare tutti sotto il palco e cantare insieme a lei.
Spero di rivederti presto Torino… Domani non potrò abbracciare la tua malinconica bellezza… mi aspetta una lunga giornata a Vercelli…
 Galleria fotografica. Foto di Cristina e Flavio