1 giugno 2013 – Cremona

Le corde dell’anima

Cris ed io non c’eravamo, ma i nostri amici sì e ci hanno raccontato della bella serata trascorsa insieme a Carla…

Ecco allora il breve resoconto di Silvia, corredato da qualche scatto.

Dopo giorni e giorni di pioggia, per questa toccata e fuga a Cremona il tempo ci ha voluto bene dandoci il benvenuto con una bella serata.
La piazza è una cornice bellissima, con il Duomo illuminato ed i palazzi con le fiaccole accese, e gremita di persone. Certo, tre canzoni sono veramente, veramente troppo poche… anzi no, sono un aperitivo che ti mette appetito… solo che non c’è stata “cena”.
Ma Carla regala emozioni, sempre e comunque: “Le corde dell’anima” era il tema della manifestazione, così non poteva che essere “1943” uno dei pezzi che ci ha regalato, dopo Il Contatto e L’era del mito.
Il vento freddo si è dissolto nelle note del pianoforte e della chitarra di Marco.
Un po’ forzato invece il nesso tra Carla ed il romanzo di Tim Parks.
Ma pazienza, l’occasione è sempre buona per passare qualche ora insieme, e fare il pieno di musica, emozioni (lo so, mi ripeto…) ed allegria.
Stavolta con noi c’era anche Fiona, che si è lasciata coccolare ed ha ascoltato rapita come tutti noi.
Un altro cagnolino che era una fila indietro invece si è unito agli applausi e pareva chiedere un bis… come dargli torto?

La serata purtroppo finisce, un pezzetto di pizza e poi a dormire.
Silvia Carbone

FOTO di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Silvia Carbone

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi

Foto di Marina Venturi