Dut ‘l è nuie – 01.08.17

ALICE
Dut ‘l è nuie (Tutto è niente)

Recital di Alice
con Antonello D’Urso chitarra acustica, elettrica e programmazioni

Con questo progetto speciale, Alice inaugura gli incontri della rassegna culturale di agosto Ai Colonos, proponendo un recital musicale ispirato al tema di “Avostanis 2017”, che intercetta il fenomeno epocale di un’implosione il cui sintomo più appariscente è l’attuale grave crisi economica, la quale però trova radice in un dissolvimento globale, nell’avanzare di un vuoto profondo, una desertificazione di valori umani e sociali.
Esegue per la prima volta un repertorio di canzoni in lingua friulana (oltre alla conosciutissima “Anin a grîs”) musicate su testi di poeti (Pier Paolo Pasolini e Pierluigi Cappello) o attinte dal patrimonio popolare delle villotte, alternate alla lettura di brani tratti dagli scritti di Pier Paolo Pasolini.

Martedì 1 Agosto, h 21.00, replica h 22,15

IN CASO DI MALTEMPO: unica esecuzione alle ore 21,00 nel Teatro Plinio Clabassi a Sedegliano.
PREZZO del biglietto: 12 euro
APERTURA BIGLIETTERIA: h 19.00 del giorno del concerto
RITIRO BIGLIETTI PRENOTATI: entro le h 20.30 del giorno del concerto
INGRESSO: fino ad esaurimento posti

PRENOTAZIONI cell 348 3451803

Rassegna Culturale AVOSTANIS 2017
Aia dell’Agriturismo AI COLONOS
via Giovanni da Udine, 8
33050 Villacaccia di Lestizza (UD)

Articoli pubblicati relativi all’evento ai seguenti link:

(Messaggero Veneto)
http://messaggeroveneto.gelocal.it/…/alice-canta-in-friulan…

(Provincia di Udine)
http://www.provincia.udine.it/…/presentazione-del-progetto-…

Sorrento, 21.01.17 Incontro concerto con Alice

16105684_582234448654588_4905734191863399515_n

Come di consueto il viaggio inizia così, giusto per avere un’idea dello scorrere del tempo 🙂
Conosciamo il percorso e la “voce” del navigatore si aggiunge alle nostre

16195127_10211997284877516_2369407280847388046_n

img_2209

Un viaggio che si è perso nel tempo dell’attesa ci ha portati a Sorrento; una giornata calda e di sole, il mare blu scuro velato dal bianco increspato di onde che si infrangono dolcemente nel vento.

16194890_10211999985665034_4799720582724002482_n

Il cielo terso più chiaro non si confonde col mare, e da lontano l’orizzonte immerso in una foschia lieve svela il Vesuvio appena innevato.

Gli incontri avvengono e cambiano tutto, il corso dei pensieri si perde nella voce che sussurra dietro di te una melodia nota…

Foto di rito davanti al Teatro Tasso

Precede l’esibizione di Alice composta da 14 brani, una breve intervista condotta da Federico Vacalebre, alcune domande sul rapporto con Franco Battiato, sui Musicisti che nel tempo hanno collaborato con Alice, sui progetti futuri (Carla accenna all’uscita di un nuovo cd, ma come lei stessa afferma sorridendo “Ho tempi biblici”).

A seguire inizia il concerto, sul palco Carlo Guaitoli e Antonello D’Urso accompagnano Carla che emoziona il pubblico in sala con la sua presenza scenica.
Questi i brani
Un mondo a parte / Morire d’amore / Autunno già / Chanson Egocentrique / I treni di Tozeur / Il contatto / Tante belle cose / Veleni / A’cchiú bella / Nomadi /
Il sole nella pioggia/ Il vento caldo dell’estate / Per Elisa

Le nostre foto


dscf1303dscf1331dscf1333dscf1358dscf1362dscf1372dscf1379_bn
dscf1410dscf1462dscf1466dscf1484dscf1489_01dscf1494
dscf1510dscf1541dscf1544dscf1545
dscf1559dscf1560dscf1565dscf1575dscf1597dscf1600

Fasano, il Viaggio 2 dicembre 2016

Il nostro viaggio è già iniziato, attendevamo da tempo questa giornata e siamo un po’ arrugginiti così cerchiamo di scrivere insieme le nostre emozioni.

Cristina mi suggerisce questo incipit “travolti dalla frenesia quotidiana…” ma io la fermo subito esclamando – eh no! Così sembra la vecchia pubblicità del Cynar!
Ma l’unico vero incipit è che siamo molto felici di riascoltare finalmente Carla in un concerto solo suo, senza nulla togliere a quelli con Battiato.
Ore 10,00
Breve sosta per fare benzina. Eh sì, perché più di una volta abbiamo pensato che quando si va ai concerti di Carla la macchina vada ad acqua. Così, parlando e sognando, un giorno siamo rimasti a secco…

Ore 10,37

Siamo in mezzo alla campagna… Il TomTom ci ha fatti uscire dall’autostrada…. Ma perchè, dico io, perchè??? Ti sembra il momento di farci fare i turisti?

Ore 11,30 siamo ancora fuori dall’autostrada circondati da lavori in corso e autovelox. Flavio è alla guida e sta augurando ogni sorta di virus intestinale (con parole non esattamente forbite) alla povera Chiara (TomTom)

Ore 17,13 siamo a Fasano, un luogo davvero meraviglioso! Ci aggiriamo per le strade rubando scatti… fino ad incontrare questo 😊

Ore 19,44 in fila….

Ore 20,49

Unici e speciali sono gli attimi che precedono l’inizio… emozioni sospese…

Il concerto si è aperto con Aspettando mezzanotte, un brano molto sentito da Carla…

Riportiamo la scaletta dei brani, fatta a memoria quindi non assicuriamo che sia proprio questa la sequenza 😀

Aspettando mezzanotte
Un mondo a parte
Morire d’amore
È stat molto bello
Autunno già
Chanson egocentrique
Dammi la mano amore
La cura
A cchiù bella
Anin a gris
Nomadi

Lettura del brano “Il valore della sconfitta” di P.P.Pasolini

Febbraio
La recessione
Al principe
I treni di Tozeur
Il contatto
Tante belle cose
Veleni
Il sole nella pioggia

Bis
Il vento caldo dell’estate
Per Elisa

Le nostre foto
dscf0058_dscf0062_dscf0080_dscf0083_
dscf0098_dscf0137_dscf0142_bndscf0157_dscf0167_dscf0209_dscf0232_dscf0234_dscf0249_bndscf0262_dscf0300_dscf0304_dscf0315_

08.04.16 Palermo – Teatro Biondo

08.04.16 venerdì

Eccoci arrivati all’ultima data di questo splendido tour.
L’ultima è sempre sinonimo di malinconia e di resoconti.
Per ora lasciamo la malinconia da parte, sono già pronte 8 date a luglio che vedranno Alice e Battiato esibirsi nuovamente insieme all’aperto in posti come Mantova in Piazza Sordello, Taormina nel bellissimo teatro Greco,  Roma nella Cavea del Parco delle Musica.

Quindi niente malinconia ma solo gioia per aver potuto assistere ad un tour di grande successo e che ha fatto molto parlare di sé.

Schermata 04-2457489 alle 00.54.22
Partenza all’alba, più o meno, per sfruttare appieno questa occasione e visitare una città che si rivelerà bellissima, sotto diversi punti di vista.

In agguato però c’è sempre qualcosa che sembra frapporsi fra noi e la felicità, piccoli intoppi, segnali, che potrebbero far presagire nubi oscure all’orizzonte del nostro viaggio.
Il display in aeroporto ci avvisa di un ritardo di 30 minuti… poi altri 30… poi ancora 20… e poi… 2 ore! Il nostro programmino inizia a vacillare, depenniamo alcune delle cose che avremmo voluto fare…
In tarda mattinata arriviamo a Palermo, l’aria è piuttosto fredda, abituati come siamo ai 26° degli ultimi giorni qui da noi, ma a quanto pare il tempo cambia molto repentinamente ed infatti di lì a poco si rivelerà una bellissima giornata di sole.
In hotel un’altra sorpresa… per motivi “diciamo” tecnici ci dirottano ad un altro albergo,
ok, purché non sia troppo lontano dal teatro… ci assicurano che è a 100 metri da dove siamo ora, ripartiamo con i nostri bagagli, cartina di Palermo in mano e via.
Per fortuna l’hotel è davvero a due passi, e la sistemazione poi risulterà ottima! (almeno questa è andata bene 😀 )
Schermata 04-2457489 alle 14.26.06Ci rifocilliamo subito con una brioche con gelato la cui bontà farebbe resuscitare chiunque e decidiamo dove andare nelle ore a disposizione.
Riusciamo a fare un bel giro in centro, fotografando alcuni dei luoghi più noti, il tempo è veramente breve e noi ci stiamo innamorando di questa città e dei suoi abitanti.

Come bambini ci divertiamo giocando con i nostri mezzi tecnologici,
panoramiche con il cellulare,Schermata 04-2457489 alle 14.34.02

Schermata 04-2457489 alle 14.36.39

 

 

istantanee con la Fuji di Cristina,
IMG_0585IMG_0586IMG_0587

e foto con le nostre reflex
Schermata 04-2457489 alle 21.46.32
Schermata 04-2457489 alle 21.47.31
DSC_1929-2©
DSC_1958_©

Il pomeriggio scorre in questo incanto di città, dove tutto, anche il degrado e la vetustà di molti edifici, contribuisce ad aumentarne il fascino. Sentiamo entrambi un’attrazione forte crescere dentro di noi ad ogni angolo, ad ogni  volto incrociato, ad ogni profumo/odore che arriva dai vicoli.
Certo siamo nel centro storico, consci che la periferia potrebbe essere diversa e che un conto è visitare una città, altra cosa è viverci… Ma noi siamo sicuri, Palermo ci è piaciuta e già stiamo organizzando un weekend fotografico a breve.
Un ultimo scatto con il cellulare di uno scorcio meraviglioso sul mare, dove il garrito dei rondoni, il volo dei gabbiani, il profumo della primavera, la brezza ora lieve che ci spettina i capelli, fanno da sfondo ad una foto immaginaria che solo i nostri occhi possono ammirare.
Schermata 04-2457489 alle 15.44.56

Nell’era dei social ovviamente i nostri viaggi vengono documentati anche così 😀
Schermata 04-2457489 alle 15.48.45

ore 20.15, in teatro incontriamo il nostro caro amico siciliano Antonello, al suo primo concerto live di Alice.

Anche quest’ultima data segue la scaletta delle precedenti, tutto come da copione, tranne qualche piccola variazione fatta sul momento da Battiato che sceglie ad esempio di eseguire con Alice E ti vengo a cercare in un momento diverso dal previsto (o almeno così mi è sembrato).
Uno spettacolo emozionante, molto, non so se il motivo sia legato al fatto di essere la data conclusiva nei teatri, o se tutto il contesto della nostra giornata palermitana abbia contribuito ad amplificare le nostre sensazioni. Non importa poi molto saperlo, quello che conta è aver vissuto questi giorni, queste emozioni, aver toccato con mano la vita, perché Carla per noi è questo. Il Contatto con sé stessi, ognuno con il proprio mondo ancora da definire, con i passi da fare, con le paure da sciogliere, le corde da tendere o allentare a seconda del momento.
I treni di Tozeur chiude questo incanto, canzone simbolo del Tour, immagine scelta per rappresentarlo.
A noi non resta che trovare una pizzeria, nei vicoli del caos calmo della vita serale di Palermo, in un venerdì speciale.

DSC_1987_©
Schermata 04-2457489 alle 21.36.06
DSC_2007_©
Schermata 04-2457489 alle 21.37.09
Schermata 04-2457489 alle 21.26.54
DSC_2100_©DSC_2120_©
Schermata 04-2457489 alle 21.34.12
DSC_2204_©DSC_2207_©DSC_2212_©DSC_2214_©

Schermata 04-2457489 alle 21.39.05
Schermata 04-2457489 alle 21.41.33
Schermata 04-2457489 alle 21.40.43Schermata 04-2457489 alle 16.31.18

                                                                 ———————-
09.04.16 sabato

Stamattina Palermo si sveglia sotto una volta di nuvole che lasceranno cadere la pioggia fino alla nostra partenza. Avremmo voluto sfruttare la mattinata per fare altre foto, ma la pioggia non ce lo ha permesso. Un giretto sotto l’ombrello lo abbiamo comunque fatto, non potevamo rinunciare…

Schermata 04-2457489 alle 16.29.21Schermata 04-2457489 alle 16.29.35Schermata 04-2457489 alle 16.29.47

 

19.03.16 Roma – Auditorium della Conciliazione

Terza serata di replica del concerto di Battiato e Alice a Roma; anche questa data sold out.
Serata strepitosa, molto partecipata sia dal palco che dalla platea. Rispetto alla data precedente Alice interpreta da sola Nomadi .
Battiato a sua volta interpreta da solo Summer on a solitary beach. Insieme si ritrovano per gli altri pezzi già cantati, compresa E ti vengo a cercare.
Il concerto si chiude con noi sotto al palco a cantare insieme ai due artisti I treni di Tozeur e Stranizza d’amuri con Alice che resta ancora sul palco.
Giornata indimenticabile 🙂

1400383_1589653581350910_8958344448592054601_o
12377834_1589653088017626_4285403385329197354_o
12322672_1589653134684288_3261018577701094371_o
DSC_0985_alog_©DSC_0998_©
12888517_1589653801350888_5130689836219186653_o773625_1589653718017563_5709599737985519194_o
DSC_1039_BN©DSC_1062_©DSC_1071_BN©
12513749_1589653878017547_1003298534156299196_o12094734_1589653881350880_4011358364052095790_o
DSC_1130_©DSC_1190_1192_1193_©DSC_1267_©DSC_1273_©DSC_1344_©DSC_1389_©
12182774_1589654014684200_3141959458574248021_o12377581_1589653931350875_8042596383686043208_o
DSC_1452_©DSC_1491_©

17.03.16 Roma – Auditorium della Conciliazione

Trepida attesa per questo concerto romano, viaggio breve per noi e tanta emozione.
Teatro gremito e sold out già da tempo per tutte le quattro date.
I posti centrali e in posizione leggermente rialzata rispetto al palco ci consentono un’ottima visuale ed anche una buona acustica.
Come da scaletta consolidata inizia Battiato con L’era del cinghiale bianco seguita poi da una delle sue ultime creazioni Lo spirito degli abissi; l’esibizione prosegue poi con alcuni dei suoi successi tra cui No time no space, la recente Le nostre anime che Franco presenta sempre come una delle canzoni più belle che abbia scritto. E via così fino alla sequenza di canzoni d’Amore che prevede La canzone dei vecchi amanti, sempre interpretata magistralmente, La stagione dell’amore, e La cura, dove Osvaldo di Dio fa ben sentire la sua Alusonic.

Entra quindi Alice che prosegue il filone sull’Amore interpretando, accompagnandosi alla tastiera, Dammi la mano amore che crea un’atmosfera di intimità a cui segue la bellissima Tante belle cose. Seguono poi Il vento caldo dell’estate e Per elisa, con arrangiamenti non molto lontani dagli originali e nelle quali la voce di Alice magnifica la sua presenza:
Chiudono Veleni e Il sole nella pioggia.
Ora iniziano i pezzi insieme a Franco; apre Nomadi, poi La realtà non esiste e Prospettiva Nevskij.
Il tutto è costantemente accompagnato dall’entusiasmo di un pubblico ben presente che fa sentire il suo calore ad entrambi gli artisti ed ai musicisti che li accompagnano egregiamente.
Resta poi di nuovo solo Battiato a riproporre i brani de La voce del padrone, tra cui Sentimento nuevo nella quale torna ad esibirsi anche Alice.
Chiudono insieme il concerto con I treni di Tozeur e, dopo ripetute richieste a gran voce da parte di moltissimi spettatori, è la volta di una improvvisata ma stupenda E ti vengo a cercare.
Un concerto bellissimo, ricco di momenti forti, Carla sta bene e la sua voce riempie il teatro con le sue tonalità gravi e calde, con la dolcezza e la potenza, con la delicatezza lieve di una carezza che  sfiora appena il viso lasciando indelebile il ricordo del suo tocco.
Anche Battiato sta bene vocalmente e lo spettacolo è un successo meraviglioso.
Allora, ci vediamo sabato, sempre a Roma!

DSC_0732_©DSC_0737_©DSC_0745_©DSC_0755_©DSC_0767_©DSC_0793_©DSC_0797_©DSC_0815_©DSC_0816_©