29 marzo 2015 – Firenze, Teatro Puccini

Un viaggio di  tre ore, una bella giornata di sole, una città piuttosto caotica ma con bellezze che tutti conosciamo. Arrivati a Firenze nel tardo pomeriggio, ci uniamo per un aperitivo/merenda ad alcuni degli amici che troviamo già lì.  Chiacchiere spensierate pre concerto, in tutti l’attesa che venga la sera…
Vorrei scrivere “e si apre il sipario”; ma il sipario non c’è, il palco, come pure nei precedenti concerti, è già alla vista degli spettatori. La strumentazione attende di prendere vita sotto le abili mani ed il profondo sentire di Carla e dei suoi bravi musicisti.
Finalmente si spengono le luci… Carla entra in scena da sola, Nel resto del tempo apre il concerto che segue la scaletta già testata a Roma. A chiudere il bi s emozionante di Tante belle cose.
Il pubblico calorosissimo, come sempre del resto qui a Firenze, accoglie Carla in un unico immenso abbraccio che perdura durante tutto il concerto, contribuendo così a rendere lo scambio palco-platea più vivo che mai.
L’emozione di Carla è palpabile, si sente nella voce, si percepisce negli occhi, nel sorriso.
La voce, potente e dolce, scende e risale lungo le note della magia.
Negli applausi sento il rimbombo dei cuori che vivono emozioni uniche in serate meravigliose come questa.

©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli
©Flavio Francescangeli

Annunci

March 29, 2015 – Florence, Teatro Puccini

Translation by Davide Andreis

A three-hour trip, a beautiful sunny day, a city so chaotic, though endowed with such a beauty we all know. We get to Florence in the late afternoon, and we join some friends who are already there for a happy hour. Lighthearted chit-chat before the concert, waiting for the evening to come…

I could write “and the curtain opens up” but there’s no curtain: the stage, like the previous concerts, is opened up to the sight of the audience. The instruments are waiting to come to life under the skilled hands and the deep feeling of Carla and her talented musicians.
Finally the lights go off… Carla steps in alone, Nel resto del tempo opens the concert which follows the playlsit already tested in Rome. The exciting encore of Tante belle cose closes it.

The very warm audience, as usual here in Florence, welcomes Carla in a huge hug that lasts throughout the show, making the exchange stage/audience more lively than ever.

Carla’s thrill is palpable, one can feel it in her voice, in her eyes, in her smile.
Her voice, powerful and sweet, goes down and up along the notes of magic.
In the rounds of applause I feel the rumble of hearts that live unique emotions in wonderful evenings like this.

23 marzo 2015 – Roma, Sala Petrassi Parco della Musica

Sembra quasi una giornata normale questa, entrambi presi dal lavoro, ma non lo è…
Anche oggi il “normale”, il “quotidiano”, la “routine”, saranno stravolti dalla magia che solo un concerto di Carla può regalare.
Cristina è già a Roma per lavoro, io mi appresto a partire tra un po’.
A più tardi allora 🙂

ore 02.54  Eccoci, di ritorno da una serata bellissima.
Il concerto nella bella sala Petrassi, nonostante qualche problema tecnico risolto un po’ tardivamente, è stato molto bello, e coinvolgente. Il pubblico romano accoglie sempre Carla con grande calore ed anche stavolta non si è smentito.
La scaletta è stata un po’ modificata rispetto alla data zero di Azzano Decimo, non scenderemo in particolari lasciando la possibilità a chi ancora non ha partecipato ad uno di questi ultimi concerti di scoprire da sé alla prima occasione.
Molte emozioni, una parte un po’ più intima e calma, alternata a pezzi meno recenti e sul finire una serie di brani storici che fanno scaldare ed emozionare il pubblico.
Credo, senza timore di sbagliare, di poter dire che ci rimane nel cuore la splendida ed evocativa Tante belle cose che chiude il concerto romano, durato più a lungo del precedente grazie alle numerose richieste di bis… e al desiderio di Carla di fermarsi ancora un po’ per deliziare tutti i presenti…

©Cristina Paesani©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani

©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Flavio Francescangeli

March 23, 2015 – Rome, Sala Petrassi, Parco della Musica

Translation by Davide Andreis

Today almost seems like a normal day: both of us are engaged in our jobs, but it’s not a normal day… Today what is “normal”, “daily”, “routinary”, will be altered by the magic that only a concert by Carla can give. Cristina is already in Rome for work, I’m going to leave shortly 🙂

2:54 AM  Here we are, back from a splendid evening.The concert, held in the beautiful Sala Petrassi, despite some technical problems -solved not so fast-, was very nice and involving. The Roman audience usually welcomes Carla with great warmth and so it is tonight, once again.The playlist is a bit different from the warm-up show of Azzano Decimo, but we won’t go into details, leaving the possibility for those who have not yet attended any of these shows to see it for themselves at the first next opportunity.

Many emotions, divided into more intimate and slow songs, out of her new and recent repertoire, and, towards the end, a serie of historical songs that excited the audience.
I strongly believe that the beautiful and evocative Tante belle cose, which concluded the Rome concert, will stay in our hearts. This show lasted longer than any other in the past, thanks to the many requests for encores… and thanks to Carla, who evidently wished to stay longer to delight all the audience…

20 marzo 2015 Azzano Decimo – Data ZERO – Weekend Live

9.00 Partiti già… Il viaggio fino in Friuli è lungo ma siamo certi che ci aspetta una meravigliosa giornata…


Ascoltiamo Weekend in auto e facciamo ipotesi sulla scaletta. Siamo felici… Molto!

Ore 15,59 – Pravisdomini. Ebbene sì, iniziata la prima avventurosa avventura del weekend tour. Siamo davanti a un Hotel (3 stelle) ma nessuno risponde alla reception:(((( chiamato il titolare al cellulare dice che arriverà fra 7-8 minuti. Stiamo fermi ad aspettare qua fuori….

Ecco, forse arriva qualcuno…. Una signora che parla pochissimo italiano e capisce ancora meno 😭😭😭😭😭😭 ci porta in camera; proviamo a spiegarle che stasera faremo tardi e avremo bisogno della chiave del portone. Pare non ci sia modo…. Forse dovremo chiamarli al cellulare anche stanotte😱😱😱😱😱 Tripadvisor ne parlava bene, cavolo!!!! Non ce la posso fare 😰 Non ce la posso davvero fare 😭😭😭😭😭😭

Ore 17,14: finalmente siamo riusciti ad ottenere le chiavi del portone dell’albergo! Non dovremo fare gli accattoni stanotte, e già è qualcosa!

Davanti al teatro, dietro una porta chiusa…. È il magico momento in cui da lontano arrivano le note delle prove…. Emozione pura…. Carla sta provando Aspettando Mezzanotte e le note alte ci arrivano dritte nell’anima….
Ascoltando le prove si è fatta sera, l’aria è un po’ più fredda ed il buio intorno avvolge il teatro. Verso le 19 Carla esce per andare a riposarsi prima del concerto. Noi, recuperati i biglietti, andiamo a rifocillarci un po’ con i nostri amici che nel frattempo ci avevano raggiunto.

Ore 21.15. I musicisti e Carla entrano in scena.
Le emozioni si ripercuotono in noi in questo ennesimo concerto di un’artista che amiamo da sempre e che nel tempo continua a regalarci istanti unici, verrebbe da dire irripetibili, ma che invece, per una strana alchimia, si ripetono magicamente, in maniera inaspettata…
Un’ora e mezza di canzoni scelte da WEEKEND e SAMSARA, oltre a pezzi storici rivisitati per l’occasione.

Sul palco con lei
Osvaldo di Dio: chitarre, tastere, voce
Floriano Bocchino: tastiere/pianoforte, voce
Antonello D’Urso: chitarre, basso, live electronics, voce.

©Cristina Paesani

 

©Flavio Francescangeli

 

©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli ©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli ©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli ©Cristina Paesani ©Flavio Francescangeli ©Flavio Francescangeli©Flavio Francescangeli©Flavio Francescangeli ©Flavio Francescangeli ©Flavio Francescangeli ©Cristina Paesani©Flavio Francescangeli

March 20, 2015 Azzano Decimo – Warm-up show – WEEKEND Live

Translation by Davide Andreis

9 AM  Off we go! Our trip to Friuli is long but we’re confident that a wonderful day is ahead of us… We listen to Weekend in the car and speculate about the playlist. We’re happy… Very happy!

4:59 PM  Pravisdomini. Here starts the first adventurous adventure of the Weekend tour. We are in front of a Hotel (3 stars) but nobody answers from the reception 😦
We called the owner on his cell phone and he said he would arrive in 7-8 minutes.
We’re standing still, waiting out here…

Well, eventually someone comes along…. A lady who speaks very little Italian and understands it even less… she escorts us to the room; we try to explain to her that we’ll be late tonight and therefore need the front door key. It seems that there is no way to get it…. Maybe we should call them again later tonight when we get back… Hell, we read a good review of this hotel on Tripadvisor!  I can’t take it, no I really can’t!😭😭😭😭😭😭

5:14 PM. Finally we managed to get the key. We won’t have to play beggars tonight, and that’s something!

In front of the theater, behind a closed door…. That’s the magical moment when, from afar, we hear the notes of the rehersals… Pure emotion… Carla is rehersing Aspettando Mezzanotte and her high notes hit us straight in the soul…
While listening to the rehersals, the evening came: the air is a bit cooler and darkness wraps the theater around. At about 7 pm Carla leaves to rest before the concert. Meanwhile we get our tickets, Let’s take a break with our friends, who have just arrived.

9:15 PM  The musicians and Carla arrive on stage.
Emotions echo inside us in this latest concert of this Artist we’ve always loved, who over times continues to give us unique moments. Well, one might say unique moments, but, because of a strange alchemy, they magically keep happening, unexpectedly…
Songs for 90 minutes, chosen from Weekend and Samsara, plus revisited song from her repetoire.

On stage with her:
Osvaldo Di Dio: guitars, keyboards, voice
Floriano Bocchino: keyboards / piano, voice
Antonello D’Urso: guitars, bass, live electronics, voice.

Ogni tanto passava una nave Presentazione a Bologna

Venerdi 13 Marzo, alle ore 18.00

Francesco Messina presenta “Ogni tanto passava una nave”
Libreria Coop Ambasciatori, via Orefici 19, Bologna
con Alice e Giovanna Cosenza 

Qualche foto della bellissima presentazione

 

©Cristina Paesani

©Cristina Paesani

©Cristina Paesani

©Cristina Paesani

©Cristina Paesani

©Cristina Paesani

©Flavio Francescangeli

©Flavio Francescangeli

©Flavio Francescangeli

©Flavio Francescangeli